DOCUMENTI ECCLESIASTICI - Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio - Delegazione della Tuscia e Sabina

Vai ai contenuti

Menu principale:

DOCUMENTI ECCLESIASTICI

DOCUMENTI

PRINCIPALI DOCUMENTI RELATIVI ALL'ORDINE


Conferma da parte del Pontefice Callisto III Borgia (1453);

Breve Apostolico del Pontefice Innocenzo VIII Cybo;

Breve Apostolico del Pontefice Pio II Piccolomini;

Breve Apostolico del Pontefice Sisto IV della Rovere;

Breve Apostolico del Pontefice Leone X de’ Medici;

Bolle del Pontefice Paolo III Farnese del 21 novembre, 6 dicembre 1545 e 9 e 27 ottobre 1551, nelle quali si accorda all'Ordine ed ai Gran Maestri di Casa Comneno la protezione pontificia;

Bolla del Pontefice Paolo IV Carafa "Cum a nobis petitur" in cui si confermano tutti gli antichi privilegi e si citano i Brevi e le Bolle di Callisto III, Innocenzo VIII, Pio II, Sisto IV, Leone X, Paolo III e Giulio III;

Motuproprio del 13 novembre 1564 e Bolla del 1° maggio 1565 del Pontefice Pio IV Medici;

Motuproprio del 7 novembre 1575 del Pontefice Gregorio XIII Boncompagni, in cui si delega il Patriarca di Alessandria alla difesa dell'Ordine;

Breve Apostolico "Cum sicut accepimus" del Pontefice Sisto V Peretti del 10 luglio 1585, al quale seguirono nel 1595 e 1597 severi interventi della Curia Romana contro alcuni impostori che, vantando origini imperiali bizantine, si spacciavano per Gran Maestri dell'Ordine;

Monitorio del Pontefice Clemente VIII Aldobrandini del 22 ottobre 1603;

Intervento del Pontefice Gregorio XV Ludovisi del 1623 in difesa del Gran Maestro Comneno;

Costituzione nel 1626, per opera del Pontefice Urbano VIII Barberini, di una Consulta dei Tribunali della sacra difesa dell'Ordine e della genealogia dei Comneno, discesi dagli Angeli Flavi;

Monitorio del Pontefice Alessandro VII Chigi del 16 agosto 1665;

Monitorio del Pontefice Clemente X Altieri del 23 dicembre 1672 e 4 febbraio 1673 - Breve del 27 agosto 1672;

Breve del Pontefice Innocenzo XI Odescalchi del 14 giugno 1687;

Breve "Sincerae Fidei" del Pontefice Innocenzo XII Pignatelli, del 24 ottobre 1699, col quale si autorizza il passaggio del Gran Magistero dall'erede dei Comneno, Giovanni Angelo Flavio, al Duca Francesco I Farnese - il precedente atto di cessione era stato stipulato in Venezia il 26 luglio 1697 - è pubblicato negli Statuti Farnesiani, Stamperia Reale, 1785;

Breve del Pontefice Alessandro VIII Ottoboni, in cui si nomina il Cardinale Giovan Francesco Albani, poi Papa Clemente XI, Protettore dell'Ordine;

Bolla del Pontefice Clemente XI Albani del 12 luglio 1706 in cui conferma gli Statuti Farnesiani dell'Ordine, promulgati il 25 maggio 1705;

Bolla del Pontefice Clemente XI Albani del 1718 in cui complimenta l'Ordine per le sue imprese contro i Turchi;

Bolla "Militantis Ecclesiae" del Pontefice Clemente XI Albani del 26 giugno 1718 in cui riconferma quanto concesso dai suoi predecessori;

Breve del Pontefice Benedetto XIII Orsini del 27 luglio 1723, accordante vari privilegi al Gran Priore dell'Ordine;

Breve del Pontefice Innocenzo XIII Conti del 4 luglio 1725;

Bolla del Pontefice Clemente XII Corsini del 12 maggio 1738;

Bolla del Pontefice Benedetto XIV Lambertini, del 30 giugno 1741, in cui si approvano gli Statuti precedenti e quelli dell'Ordine di San Gennaro, e si conferma il passaggio del Gran Magistero ai Borbone;

Monitorio del Pontefice Clemente XIII Rezzonico, in cui si confermano gli antichi privilegi e si stabilisce, citando le Bolle dei precedenti Pontefici, che eventuali vertenze tra il Gran Magistero e l'Autorità Ecclesiastica dovranno essere trattate solo dal Tribunale della Reverenda Camera Apostolica;

Bolla "Rerum Humanarum Conditio" del Pontefice Pio VI Braschi, del 24 maggio 1777, in cui si aggregano all'Ordine i benefici dell'estinto Ordine monastico di Sant'Antonio di Vienne in Francia (detto anche del Fuoco);

Bolla "Esponi nobis super feristi" del Pontefice Pio VII Chiaramonti, del 20 novembre 1807 e Breve del 27 dicembre 1814, in cui si accordano benefici ecclesiastici al Gran Maestro Ferdinando I di Borbone;

Breve del Pontefice Pio VIII Castiglioni del 10 ottobre 1829 e suo Indulto del 25 novembre 1830 in favore di S.M. Francesco I di Borbone, Gran Maestro;

Brevi del Pontefice Pio IX Mastai Ferretti del 17 luglio 1851 "Maxima et praeclarissima", in cui si riconoscono i privilegi concessi dai suoi predecessori - del 30 ottobre 1860 in favore del Gran Maestro, S.M. il Re Francesco II di Borbone - del 25 settembre 1863;

Apostolica Benedizione del Pontefice Leone XIII Pecci del 19 febbraio 1879 a S.A.R. il Conte di Caserta, Gran Maestro.


Torna ai contenuti | Torna al menu