LO STEMMA ARALDICO - Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio - Delegazione della Tuscia e Sabina

Vai ai contenuti

Menu principale:

LO STEMMA ARALDICO

ORDINI DINASTICI E STATUALI

LO STEMMA ARALDICO DELLA RELA CASA DI BORBONE DELLE DUE SICILIE



Lo stemma della Real Casa di Borbone Due Sicilie è composto da uno scudo centrale ovale, diviso in 19 parti (17 armi e 2 scudetti), cimato dalla corona reale e circondato dai collari di 6 ordini cavallereschi.

La sua complessità è data dalla sua lunga storia. Il primo nucleo dello stemma deriva direttamente dagli Angiò (un tappeto di gigli d'oro in campo azzurro sormontato da un rastrello rosso), di cui i Borboni sono discendenti. Lo scudo di Gerusalemme fu portato in precedenza da Federico II di Svevia. In seguito gli Aragonesi scacciarono gli Angioini dalla Sicilia e sollevarono delle pretese dinastiche anche sul Regno di Napoli, per cui lo stemma araldico si arricchì anche dei colori d'Aragona. Con la conquista dei due Regni da parte dei Re Cattolici Isabella di Castiglia e Ferdinando II d'Aragona, lo stemma acquisisce le Armi di Castiglia, Leon e Granada. Con l'avvento di Carlo V al trono di Spagna, lo stemma si caricò delle Armi di Austria, Borgogna, Brabante,Limburgo e Tirolo. Per la prima volta lo scudo è cinto alla base da un collare: quello del Toson d'oro (istituito nel 1730 dal Duca di Borgogna Filippo il Buono di Valois).  Suo figlio, Filippo II porterà le Armi di Portogallo, Fiandra e Anversa. Quando Carlo di Borbone riconquistò i Regni di Napoli e Sicilia caricò lo scudo paterno (spagnolo) delle Armi di Parma e di Toscana. Alla base dello stemma conservò il Toson d'oro a cui aggiunse il collare del Santo Spirito, di cui era insignito, il collare dell'Ordine Costantininano di San Giorgio, facente parte dell'eredità farnesiana, ed il collare dell'Ordine di san Gennaro, da lui istituito. Con decreto del 21 dicembre 1816 Ferdinando I provvide alla definizione dello stemma che sopravvive fino ai giorni nostri. Nel riordinare lo stemma vi aggiunse il collare della Concezione e quello di San Ferdinando e del Merito.

Torna ai contenuti | Torna al menu