PAPI E ANTIPAPI A VITERBO "Aula Speciale della Chiesa Romana" - Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio - Delegazione della Tuscia e Sabina

Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio
Delegazione della Tuscia e Sabina
Vai ai contenuti

Menu principale:

PAPI E ANTIPAPI A VITERBO "Aula Speciale della Chiesa Romana"

LA DELEGAZIONE

PAPI E ANTIPAPI A VITERBO "Aula Speciale della Chiesa Romana" - Roberto Saccarello - Edizione Araldiche - 2009


Poche Città, dopo Roma, possono aspirare ad essere aspirare ad essere definite “città pontificie”per eccellenza. È questo invece il caso di Viterbo per il ruolo assunto nel medioevo di sede dei Successori di Pietro. Anche in epoche successive, però, i Papi troveranno nell’ “Aula speciale della Chiesa Romana”, accoglienza generosa: luogo ideale per alleviare il peso del” gran manto” e recuperare anche la salute del corpo. Pur esercitando il ministero petrino in circostanze difficili, talvolta tragiche, i Vescovi di Roma , con la loro presenza, hanno costantemente “confermato nella fede” il Popolo viterbese garantendo la stabilità e la continuità delle sue istituzioni ecclesiali e civili.

Sono questi gli aspetti che l’avv. Roberto Saccarello, Delegato per la Tuscia e Sabina del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio,  si è proposto di sottolineare attraverso il volume pubblicato in occasione della Visita pastorale del Papa a Viterbo e che verrà presentato, per disposizione del Vescovo diocesano allo stesso Pontefice, ai personaggi del seguito e alle Autorità. “L’Autore – come ha voluto evidenziare S.E. Mons. Lorenzo Chiarinelli, nella prefazione – offre cosi un contributo felice per cogliere lo stesso significato e valore della Visita di Papa Benedetto XVI”

La descrizione dei quarantanove Pontefici che Viterbo ha accolto entro le sue mura  - tra i quali è già incluso Benedetto XVI – è articolata in brevi profili biografici di carattere generale, inseriti in un contesto storico locale.

Di tutti i Papi sono riportate le effigi, tratte (da Zaccaria a Pio IX) dal celebre Album dei Papi di Joseph Hergernrőther.

Inoltre, rappresentando i papi del suo tempo – Alessandro IV, Urbano IV, Clemente IV, Gregorio X , Innocenzo V - sono stati evidenziati gli speciali rapporti che Bonaventura da Bagnoregio ebbe con ognuno di loro.

Alla lunga teoria dei legittimi successori di Pietro sono stati uniti anche i sei antipapi passati a Viterbo: Gregorio VIII, Vittore IV, Pasquale III, Callisto III, Niccolò V e Giovanni XXIII; a differenza dei Papi, però, non appare nel testo il loro ritratto.

Va sottolineato l’impeccabile aspetto del volume, equilibrato nel calibrare immagini non abituali ad altre già note, documenti d’epoca a fonti odierne, riproduzioni di monumenti ad altre testimonianze ( in particolare araldiche e numismatiche).
In appendice, infine, sono riportate breve notizie sulla storia e sulle istituzioni del Sacro Militare Ordine di San Giorgio, che ha patrocinato l’iniziativa editoriale.

S.M.O.C. di San Giorgio - Delegazione della Tuscia e Sabina - (c) 2018
Torna ai contenuti | Torna al menu