STORIA DELLA DELEGAZIONE - Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio - Delegazione della Tuscia e Sabina

Vai ai contenuti

Menu principale:

STORIA DELLA DELEGAZIONE

LA DELEGAZIONE

La Reale Commissione per l'Italia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio ha nominato nel 2001 l'Avv. Roberto Saccarello Delegato dell'Ordine per Viterbo e  la Tuscia.

Si sono rinnovati così i tradizionali legami tra il nostro Territorio e l'antichissima Milizia Costantiniana, divenuta alla fine del XVII secolo, per volere di  Francesco Farnese, Ordine dinastico e familiare dei Farnese, che la dotarono di beni destinati a scopi benefici.

Nella Città dei Papi, i Cavalieri Costantiniani hanno il loro punto di riferimento religioso nella Chiesa agostiniana della Santissima Trinità, santuario mariano cittadino, dove si riuniscono ogni prima domenica del mese per partecipare alla liturgia eucaristica e per recitare la preghiera in onore di San Giorgio, loro Patrono.

Essi, inoltre, partecipano ufficialmente, indossando il tradizionale mantello azzurro ornato della Croce di Costantino, a molte  cerimonie religiose nell’ambito delle Diocesi della Delegazione.

Dal 1° dicembre 2007 la Delegazione di Viterbo e della Tuscia ha assunto la denominazione di Delegazione della Tuscia e Sabina.

Torna ai contenuti | Torna al menu